Author Archives: Sara

La Ferita che Cura

Con molta gioia, ecco l’invito alla Rassegna Pedagogica che ho desiderato realizzare nella nostra città di Pisa  il 23 e il 24 Settembre prossimo:                              “ LA FERITA COME CURA ”  Fare Anima in Educazione, Rassegna Pedagogica L’evento formativo vuole essere un momento per riflettere, […]

Read More

L’orma asciutta della gioia

“ Gioia e dolore sono doni ugualmente preziosi che bisogna assaporare a fondo, ciascuno nella sua purezza, senza cercare di volerli mescolare. Il corpo partecipa ad ogni apprendistato” [ S. Weil ] Nel libro “L’eloquenza delle lacrime”, struggente di bellezza e di passione di Jean Loup Charvet, un capitolo è incentrato sulla gioia, quando fa […]

Read More

Questa marginalità consapevole…

   “C’era sole o vento, in quella giornata indimenticabile?”[ G. Bachelard ] La Bellezza è fatta di dettagli, di gesti semplici.Sono i gesti quotidiani i più eroici, spesso i più ripetitivi. Scrive Bobin: ” Lavare il bucato, perchè il bambino si senta leggero, fiducioso, anche nei vestiti freschi e puliti”. Non è facile arrivare alla […]

Read More

Viaggiare dietro la rabbia

La nostra cultura ci consegna ancora molto pre-giudizio su l’emozione della Rabbia. Ancora passa il messaggio che la Rabbia è un’emozione “sbagliata” , ” da evitare ” e che c’è ben poco da esplorare, anzi è un’emozione che va “eliminata e disciplinata”. Invece non esistono emozioni “sbagliate”, da “eliminare”, ma esistono emozioni più facili ed […]

Read More

Il Giardino delle Mamme

Nel Giardino ci aiuteremo a riflettere sull’identità di “madre”, favorendone l’integrazione con quella più complessa ed in continua evoluzione di “donna”. Particolare attenzione sarà data alla condivisione dei vissuti individuali. Ogni incontro è orientato ad approfondire la consapevolezza e conseguente capacità di gestione del cambiamento.Quello che noi siamo, la nostra identità di Madre e le […]

Read More

Le immagini come fragranza

  In questi giorni, ero in Veneto. Ho potuto assaggiare alcuni buoni vini. Ci sono vini che sono buoni perchè sono “fragranze sovrapposte”, in un vino scarno. Le fragranze sovrapposte rivelano un’altezza sostanziale, fatta di richiami di immagini: roseti al termine dei filari, legni, lieviti, cantine. Mi veniva insegnato ad immaginare, mentre sorseggiavo. Fragranze sovrapposte, […]

Read More

Le parole e i silenzi

La scrittura, già Freud lo diceva, e’ un potente strumento di “riparazione”. Silenzio e scrittura sono complici. Entrambi, danno voce a dei sentimenti. Ognuno di noi e’ stato partorito divincolandosi dal silenzio. Quando cerchiamo il silenzio non facciamo altro che tentare di ritrovare a ritroso, quella strada percorsa nell’atto della nascita. A contatto con gli […]

Read More

L’incontro con B. e con me stessa

Tremare di fronte ad un bambino la cui vita si irrigidisce, cercare il modo per aiutarlo a rimettersi in movimento, capire ciò che ha agito su di lui, e su di lui soltanto, prenderlo per mano, camminare assieme a lui. Se ci avviciniamo a questo bambino immobile e silenzioso, che sia il nostro, interno, o […]

Read More

Il reciproco del Faro

..il destino si forma nel vuoto, in virtù delle stesse leggi complementari che presiedono al nascere della poesia: l’astensione e l’accumulo. La parola che dovrà prendere corpo in quella cavità, non è nostra. A noi non spetta altro che attendere nel paziente deserto, nutrendoci di miele e di locuste… ( Cristina Campo, Gli Imperdonabili ) […]

Read More